Internet computer wiki

Messari: Introduzione ad Internet Computer

Messari: Introduzione ad Internet Computer

Articolo originale a cura di Messari.io, tradotto in italiano da ICP Italia

Dfinity è una delle piattaforme di smart contract più consolidate e più finanziate nel mondo crypto. Eppure si tratta anche di una delle meno comprese.

La causa principale di questa incertezza attorno a Dfinity è dovuta alla sua complessità tecnica e alla sua visione astratta. Il lancio del loro token e infine la resa open source del loro codice creeranno sempre più interesse e comprensione del progetto.

Abbiamo visto la tecnologia blockchain, ad esempio le aspirazioni di Ethereum come “world computer”, applicata per contrastare la finanza tradizionale e gli oggetti da collezione analogici. Tuttavia, Dfinity sta cercando di affrontare i problemi legati all’Internet tradizionale.

La maggior parte dei contenuti, delle funzionalità e dei dati degli utenti si trova in ecosistemi proprietari controllati dalle Big Tech. La risposta di Dfinity, con l’introduzione di Internet Computer, è una rivisitazione dello stack IT in cui gli sviluppatori possono costruire e ospitare software in maniera indipendente dal monopolio delle Big Tech che oggi controllano i dati degli utenti.

Introduzione a Dfinity e Internet Computer

Prima di entrare nel merito di Total Supply e Circulating Supply, è importante capire un po’ la Tokenomics di ICP.

ICP è l’utility token della blockchain di Internet Computer. I seguenti casi d’uso principali che descrivono come il token ICP aiuta nel funzionamento della blockchain di Internet Computer.

I nativi delle criptovalute potrebbero subito pensare al “world computer” di Ethereum o al “meta-protocol” di Polkadot quando riflettono sulle analogie con Internet Computer. Tuttavia, Dfinity intende ridefinire ciò che dovrebbe fare una blockchain.

Mentre la prima versione di Dfinity poteva sembrare simile a ETH 2.0, il suo ambito ora si estende ben oltre le funzionalità di base di Ethereum.

Dfinity vuole che sia Internet stesso a supportare le applicazioni software e i dati, piuttosto che fornire semplicemente connessioni peer-to peer e fare affidamento su servizi di hosting proprietari sul cloud per gestire il resto.

Internet Computer (IC) riguarda meno la creazione di un ledger immutabile e più la creazione di un Internet ad accesso libero e aperto. Internet connette miliardi di persone attraverso i protocolli TCP/IP.

L’Internet Computer Protocol (ICP) mira a portare questo concetto un ulteriore passo avanti offrendo una piattaforma di computing pubblica in modo che sviluppatori, imprese e agenzie governative possano sviluppare software e servizi direttamente su un Internet pubblico.

Come Ethereum, questa piattaforma consentirebbe agli sviluppatori di eseguire applicazioni di calcolo su un’infrastruttura decentralizzata.

A differenza di Ethereum, IC intende offrire alle aziende un’efficienza tale da poter eseguire queste applicazioni su larga scala e una flessibilità che gli permetta di costruirle in modo da soddisfare le esigenze specifiche di una particolare base di utenti (ad es. privacy). 

Nell’attuale panorama di Internet, le grandi aziende tecnologiche controllano i dati e i contenuti creati dagli utenti.

Gli algoritmi e i sistemi alla base di queste piattaforme sono proprietari.

Le piattaforme Big Tech come Twitter e Google hanno un enorme controllo sul
modo in cui gli utenti interagiscono tra loro e anche su come interagiscono con servizi di terze parti al di fuori della piattaforma.

Il founder Dominic Williams ha affermato che Internet è diventato molto più monopolistico e sempre più in mano alle aziende.

I monoliti tecnologici come Facebook o Amazon Web Services (AWS) possono modificare i parametri e l’accesso alla piattaforma senza preavviso, mettendo ad altissimo rischio gli utenti e le aziende che fanno affidamento su questi servizi.

Zynga, un'azienda di giochi di società, è stata privata dei propri diritti quando Facebook ha cambiato le sue regole.

Fortnite è stato rimosso da Google e dall'App Store di Apple dopo aver rifiutato di pagare una quota del 30% del fatturato.

Twitter ha limitato l'uso della sua API nel 2012, paralizzando lo sviluppo di clienti di terze parti e limitando i possibili utilizzi dei dati dalla sua rete tra entità non partner.

LinkedIn ha fatto lo stesso nel 2015.

Limitare l’accesso a sviluppatori di terze parti potrebbe rallentare l’innovazione mentre gli imprenditori devono affrontare un certo grado di “platform risk”. In risposta, IC spera di
portare una nuova generazione di software e servizi open source. Mira non solo a ridurre il cosiddetto “rischio di piattaforma”, ma anche a ridurre la complessità nella creazione e nella manutenzione dei sistemi. Ciò accelererebbe anche il tempo necessario agli sviluppatori per lanciare un nuovo prodotto. Eseguito correttamente, Dfinity ha come obiettivo quello di offrire la prima blockchain che funziona alla velocità del web e che può scalare per supportare qualsiasi volume di computazione degli smart contract e qualsiasi quantità di dati.

Questo nuovo stack IT avrà più requisiti hardware.

IC si baserà maggiormente su data center di grandi dimensioni e macchine dei nodi (validatori) di qualità superiore se comparati ai network come Ethereum. Ma i suoi vantaggi potrebbero portare a casi d’uso completamente nuovi, più accessibili e meno estrattivi di dati.

Queste applicazioni potrebbero includere interoperabilità, privacy, sicurezza e apertura. I casi d’uso includono social media, messaggistica privata, ricerca, spazio di archiviazione e interazioni Internet peer-to-peer.

Se IC riuscisse a sostituire l’IT tradizionale, non sarebbero necessari servizi DNS centralizzati, antivirus, firewall, sistemi di database, servizi cloud e nemmeno VPN.

Per riassumere la nuova offerta di Dfinity per gli sviluppatori che desiderano un’alternativa, i vantaggi di iniziare a creare su Internet includono:

  • Costo di installazione: gli sviluppatori non devono registrarsi per numerosi rivenditori.
  • Costi operativi: un protocollo sicuro significa che i costi operativi per mantenere la sicurezza e affrontare la complessità diminuiscono.
  • Sviluppo: Dfinity propone che Internet Computer re-immagini il software stesso, semplificando il processo di creazione e manutenzione dei sistemi. Ciò consente di creare più tempo per concentrarsi sulla user experience.
  • Apertura: IC introduce un software aperto che garantisce l’accesso alle funzionalità
    tramite API ad altri servizi.

Storia di Dfinity

Analogamente a come la rete di Polkadot è stata costruita da Parity e la Web3 Foundation, Internet Computer è stato costruito dalla Dfinity Foundation. L’organizzazione non profit è stata fondata nel 2016 dall’imprenditore tech Dominic Williams che ora ricopre il ruolo di Direttore Scientifico di Dfinity.

Internet Computer è il coronamento di cinque anni di ricerca e sviluppo da parte dei migliori crittografi ed esperti di sistemi distribuiti e linguaggi di programmazione. Dfinity ha attualmente quasi 100.000 citazioni accademiche e 200 brevetti.

Dfinity è uno dei progetti cripto più finanziati e pubblicizzati. La Mainnet è stata lanciata il 7 maggio 2021 e il suo token il 10 maggio. 

Il progetto ha effettivamente iniziato la raccolta fondi prima del boom ICO, con il ticker $DFN, ma da allora è stato rinominato $ICP.

Dopo Polkadot, Dfinity ha raccolto la quota più ingente di capitali. Ha inoltre aumentato la maggior parte dei fondi non congelati a $ 160 milioni fino
ad oggi:

Ci sono state svariate versioni contrastanti dei round di raccolta fondi di Dfinity nei media. Secondo Dfinity, hanno avuto tre round principali e un evento airdrop:

  1. Seed Round, febbraio 2017: questo round è stato pubblicizzato da un tweet e aperto al pubblico scaricando un’estensione web. Dfinity ha raccolto 3,9 milioni di franchi svizzeri CHF (3,9 milioni di dollari USD) da 370 partecipanti, con una valutazione di 16 milioni di dollari o un prezzo di 0,03 dollari per token. Ha detenuto una parte di questi fondi in ETH e BTC durante la bull run delle criptovalute del Secondo il team, Dfinity a un certo punto ha trasformato queste precedenti allocazioni di ETH e BTC in un valore fiat pari a $ 40 milioni.

    Dfinity aveva promesso a questi investitori del Seed Round che il round successivo sarebbe stato un evento di raccolta fondi principale da 20 milioni di franchi, simile a una ICO. Tuttavia, dopo il boom del 2017, il progetto si è reso conto che il suo obiettivo di valutazione era troppo basso. Inoltre, Dfinity ha affermato di non avere avuto carenze di fondi immediate e che la gestione di una raccolta fondi ICO l’avrebbe potuta collocare in un territorio legale grigio per quanto riguarda le normative sulla sicurezza degli strumenti finanziari. Come compromesso, per premiare i primi partecipanti, il team ha promesso agli investitori del Seed Round che sarebbero stati premiati con il 24,72% dei token durante la genesi.

  2. Strategic Round, gennaio 2018: Dfinity ha raccolto 20,54 milioni di dollari per il 7,00% della supply iniziale (il numero è stato poi rivisto al 6,84% dal precedentemente citato). Questa assegnazione maturerà mensilmente nell’arco di tre anni a partire dal lancio della rete mainnet (maggio 2021). I partecipanti includono Polychain Capital, Andreessen Horowitz, CoinFund, Multicoin Capital e Greycroft Questo round ha segnato anche il primo token in cui ha investito a16z. Polychain e Dfinity hanno successivamente collaborato per creare il “DFINITY Ecosystem Venture Fund” di dimensioni non divulgate. L’obiettivo è di finanziare nuovi progetti che possano accrescere ed evolvere l’ecosistema applicativo di IC. I media hanno riferito che Dfinity abbia raccolto una quantità molto maggiore di $ 61 milioni. È possibile che questo importo maggiorato sia stato rivisto o che includa fondi per l’Ecosystem Venture Fund.
  3. Private Sale, agosto 2018: 110 partecipanti hanno contribuito con $ 97 milioni per il 4,96% della supply iniziale, venduta a $ 4 per token ICP. Questo numero è stato poi rivisto al 4,75% da quello riportato precedentemente. Questa assegnazione è arrivata con un programma di maturazione mensile di un anno dal lancio della rete La maturazione inizierà all’evento di distribuzione iniziale dei token il 10 maggio 2021. I partecipanti a questo round includono Andreessen Horowitz, Polychain Capital, SV Angel, Aspect Ventures, Electric Capital, ZeroEx, Scalar Capital e Multicoin Capital.
  4. AirDrop, maggio 2018: $ 35 milioni di token ICP (ex DFN), ovvero lo 0,80% della supply iniziale, sono stati assegnati ai primi sostenitori che facevano parte della loro mailing list, forum, slack e community. In questo momento, le valutazioni hanno raggiunto $ 1,89 miliardi. Coloro che hanno partecipato all’Airdrop hanno ricevuto la versione IOU dei loro token ICP a settembre 2020. Questi token diventeranno trasferibili il 10 maggio.

Ci saranno 469.213.710 token ICP alla genesi e la supply di token sarà distribuita come segue. La tabella seguente riassume il round, che può essere trovato anche nel nostro foglio di calcolo qui.

  • 24,72% Seed Investors: coloro che hanno investito nel febbraio del 2017 per un totale di 3,9 milioni di CHF (Franchi svizzeri)

  • 23,9% Dfinity Foundation: la Dfinity Foundation gestisce il capitale raccolto dalla vendita di Inoltre sovrintende anche il capitale della Fondazione di token ICP. Questi token sono quelli detenuti o già spesi dalla Fondazione per finanziare attività di ricerca e sviluppo, operazioni, acquisire tecnologie, finanziare programmi di costruzione della community e incentivi per i partner.

  • 18,0% Team Members: ci sono circa 200 membri nel team

  • 9,5% Early Contributors: queste sono le 50 persone del team che hanno contribuito prima della creazione della Fondazione

  • 7,0% Strategic Investors: dai 20,54 milioni di dollari raccolti da Polychain Capital, Andreessen Horowitz, CoinFund, Multicoin Capital e Greycroft Partners

  • 4,96% Private Presale Investors: dai 97 milioni di dollari raccolti da a16z, Polychain, SV Angel, Aspect Ventures, Electric Capital, ZeroEx, Scalar Capital e Multicoin Capital

Dfinity sta ampliando la sua rete di data center e sviluppatori. Al momento del lancio, 12 data center indipendenti gestivano 7 sottoreti con 68 nodi: i “nodi” di IC sono simili ai “validatori” ETH2. La Fondazione prevede che il numero di data center IC e di operatori di nodi aumenterà gradualmente dopo il lancio per supportare l’ecosistema di app del network (vedi sotto per i dettagli).

Il team punta a che la rete raggiunga 123 data center con 4.300 nodi entro la fine del 2021. Dfinity spera di raggiungere in futuro migliaia di data center con milioni di nodi.

Team Background

  • Dominic Williams, Chief Scientist: Williams è da sempre un imprenditore seriale, creatore di un servizio di archiviazione di file e di un gioco online multiplayer per bambini che coinvolge un insieme di mostri. Per poter archiviare gli elenchi di combattimenti dei mostri e le ricompense in pepite d’oro, collegando i giochi insieme, era necessario un calcolo Williams voleva anche creare un game coin e già osservava le idee di Proof of Stake, sebbene la tecnologia fosse ancora agli inizi.
    Ha iniziato poi a dedicarsi alla ricerca sulle criptovalute a tempo pieno nel 2014.
    Williams ha progettato il Threshold Relay di Internet Computer.

  • Jan Camenisch, VP of Head of Research & Crypto: prima di entrare in Dfinity, Jan ha lavorato presso il Centro di ricerca IBM, dove ha guidato il team di ricerca sulla privacy e la crittografia ed è stato membro dell’IBM Academy of Technology. Ha pubblicato 130 articoli e detiene 140

  • Johan Georg Granström, Director of Engineering: Granström proveniva da Google, dove lavorava come tech lead manager di YouTube

  • Andreas Rossberg, Researcher e Engineer: Rossberg era precedentemente in Google e ha lavorato come capo del team di linguaggio JavaScript in Chrome V8. È anche co-creatore di WebAssembly, un nuovo tipo di codice che può essere eseguito nei moderni browser web, e che viene anche utilizzato anche in Dfinity. Ha inoltre creato Motoko, il linguaggio di programmazione di Internet Computer.

  • Benjamin Lynn, Engineer: Lynn è la “L” nella certificazione BLS (BLS Signatures), la quale è stata introdotta in un report del 2001 e che da allora è diventata sempre più importante nel mondo della Una delle offerte tecnologiche di Dfinity è un segnalatore di casualità assicurata, basato su una soglia di funzione casuale verificabile (Verifiable Random Function o VRF). Ciò significa casualità che può essere replicata, se nelle medesime condizioni. È una funzione pseudo-casuale che fornisce una prova verificabile della correttezza del suo output. La crittografia BLS viene utilizzata per generare casualità e ottenere sicurezza, velocità e scalabilità nelle reti pubbliche. Prima di allora, Lynn era in Google e ha conseguito un dottorato di ricerca in Computer Science presso l’Università di Stanford.

  • Timo Hanke, Principal Researcher: Hanke è un ex professore di matematica e È poi entrato a far parte di CoinTerra nel 2014, un produttore di ASIC e sistemi per il mining di Bitcoin, dove ha ricoperto il ruolo di Head of Research e successivamente di CTO. Hanke ha depositato diversi brevetti sull’ottimizzazione ASIC per il mining di Bitcoin. Ha inventato un metodo chiamato AsicBoost che migliora il costo e l’efficienza del mining di Bitcoin del 20%.

  • Mahnush Movahedi, Senior Researcher: Movahedi proviene dalla Yale University dove ha lavorato su algoritmi distribuiti scalabili e fault-tolerant per il consenso e il calcolo sicuro tra più parti, la condivisione segreta e la comunicazione interattiva su canali rumorosi.

Tecnologia

Lo scopo di Internet Computer è di estendere l’Internet pubblico, in modo da diventare la piattaforma di computing di riferimento mondiale. Dfinity ha appena rilasciato pubblicamente il codice sorgente il 10 maggio del 2021. Prima di questa data, le informazioni tecniche e di progettazione dell’ICP e il puzzle crittografico che permette a Internet Computer di funzionare erano sconosciute. Tuttavia, il pubblico sapeva che l’azienda e la tecnologia avevano anche continuato ad evolversi, attraverso alcuni metodi scartati e modificati discussi negli anni passati. Di seguito, riassumiamo ciò che Dfinity e la sua community hanno condiviso pubblicamente:

Internet Computer è un protocollo informatico blockchain, costruito attraverso una gerarchia di blocchi costitutivi. In fondo alla piramide ci sono data center indipendenti sparsi in tutto il mondo. Essi ospitano il nodo hardware specifico ICP, che comunica per ottenere un consenso su quale dovrebbe essere lo stato di IC. Una raccolta di nodi, che garantisce la decentralizzazione, è chiamata subnet (sottorete).

Le sottoreti sono paragonate alle blockchain all’interno di IC, i blocchi costitutivi fondamentali della rete complessiva. Si occupano di ospitare un sottoinsieme distinto di software canister. Un canister è un insieme di codici che gli sviluppatori possono creare da qualsiasi linguaggio di programmazione di alto livello (come Rust o il linguaggio di Dfinity Motoko) per formare programmi. I programmi possono includere semplici siti Web, applicazioni decentralizzate o persino interi software aziendali. Ad esempio, una versione aperta di Facebook sarebbe ospitata in milioni di canister. Lo stato di questi canister viene replicato in tutti i nodi.

Poiché i canister sono unità computazionali costituite sia da codice che da dati, si possono considerare analoghi a uno smart contract avanzato di Ethereum o a un sistema operativo Windows. Ad esempio, un sistema operativo può eseguire determinati processi come la manipolazione di file e la comunicazione con i dispositivi vicini. Allo stesso modo, IC fornisce delle API specificate pubblicamente ai canister in modo che possano interagire tra loro, effettuare pagamenti, creare e gestire altri canister, gestire le autorizzazioni e ottenere il tempo di sistema. Tuttavia, a differenza di un sistema operativo, un canister viene replicato su tutti i nodi di una sottorete.

Affinché IC possa scalare in modo sicuro, aggiungere nuove funzionalità o resistere a eventi imprevedibili come disastri naturali, è possibile regolare il numero e la composizione delle sottoreti. Ad esempio, è possibile aggiungere o dividere nuove sottoreti, aggiungere, terminare o spostare nodi. Di conseguenza, IC deve essere in grado di decidere come evolvere il protocollo. Per fare ciò, il protocollo dispone di un Network Nervous System (NNS).

Network Nervous System

Una sottorete viene creata dall’NNS, un sistema di governance algoritmico aperto che supervisiona la rete. Come suggerisce il nome, è il sistema nervoso che controlla tutti gli aspetti della rete. Tra le altre cose, può:

  • dividere e unire le sottoreti per bilanciare il carico sull’intera rete. Ad esempio, una sottorete potrebbe avere una dozzina di canister e se l’NNS divide la sottorete, una parte dei canister rimarrebbe con la sottorete originale mentre il resto sarebbe ospitato nella nuova

  • aggiornare il protocollo e il software utilizzati dalle macchine dei

  • combinare diverse macchine dei nodi da data center distinti. Ciò potrebbe essere dovuto a diversi fattori, come i requisiti della rete, il livello di sicurezza desiderato, la capacità disponibile nei data center e guasti hardware

  • configurare parametri economici che controllano quanto deve essere pagato dagli utenti per la capacità di

  • proteggere la rete da autori di attacchi

La robustezza delle sottoreti può essere migliorata aggiungendovi nuovi nodi nel tempo. Questi nodi collaborano utilizzando i protocolli informatici blockchain ICP per replicare i dati e i calcoli relativi ai software canister che ospitano. Il protocollo può sostituire i nodi difettosi o non comunicativi con altri nuovi e può anche ripristinare intere sottoreti se troppi nodi all’interno si sono guastati.

Ciò consente all’ICP di correggere senza problemi i bug di rete e di aggiornare le nuove funzionalità.

 

L’NNS ha due canister importanti: (1) un registry canister, che memorizza la configurazione dell’intero IC affinché tutti possano vederlo, e (2) un governance canister, che memorizza le proposte e i neuron, per determinare chi è autorizzato a partecipare alla governance.

Tratteremo di più su questo ruolo nella sezione sotto relativa alla Governance

Velocità

Alla genesi, IC avrà una frequenza di blocco di un blocco al secondo (bps), e successivamente salirà a ~1.000 bps entro la fine dell’anno. Secondo Williams, in teoria non esiste un limite massimo di blocchi al secondo. Questo è difficile da comprendere da una prospettiva di blockchain tradizionale, ma è possibile da raggiungere grazie alla Chain Key Technology (CKT).

La CKT consente a IC di finalizzare le transazioni e aggiornare i dati in un paio di secondi. È costituita da un insieme di protocolli crittografici che orchestrano i nodi, consentendo a IC di avere un’unica chiave pubblica. Ciò significa che qualsiasi dispositivo può verificare rapidamente l’autenticità dei dati su IC. La Chain Key Technology consente ai canister (paragonabili a uno smart contract avanzato) di rivolgersi a tutti i canister ospitati su qualsiasi sottorete (paragonate a una blockchain). Questo modello distribuito non si serve di un hub, a differenza del modello hub-and-spoke di Polkadot. IC confida nel portare componibilità del servizio. Nella versione aperta dell’esempio di Facebook e di qualsiasi altra app avrebbe il permesso di denominarlo “Open Facebook” per il codice o dati come giochi o filtri fotografici.

IC può ospitare un numero qualsiasi di smart contract canister, il che significa che i dati sono completamente on-chain. Per superare i problemi di ridimensionamento, l’ICP esegue un numero potenzialmente elevato di canister simultaneamente. Ciò significa che la blockchain è frammentata per impostazione predefinita. Tuttavia, le blockchain frammentate non comunicano tra loro in tempo reale.

I canister possono supportare le richieste di aggiornamenti, che sono limitati dal throughput della blockchain ma che dovrebbero richiedere solo un paio di secondi. Tuttavia, ciò è differente dalle query, le quali non perdurano le modifiche e vengono eliminate dopo l’esecuzione. Un canister è in grado di elaborare centinaia di query contemporaneamente. Queste sono poco costose e dovrebbero completarsi in pochi millisecondi, consentendo agli utenti di avere l’esperienza utente con cui hanno familiarità sull’Internet tradizionale.

Ad esempio, Dscvr.one è la versione IC di Reddit. Quando un utente esplora il forum, vengono mandate nel suo browser Web delle visualizzazioni personalizzate del contenuto tramite richieste di query, che vengono eseguite in millisecondi su un nodo vicino. Tuttavia, se un utente vuole scrivere un post o dare una tip a un autore, ciò comporterebbe una richiesta di aggiornamento, che richiede un paio di secondi. In futuro, questo ritardo potrebbe essere nascosto da una “esecuzione ottimistica”, che in primis presuppone ottimisticamente che il pagamento sia valido e funzionerà, e in seguito può essere contestato e annullato.

Consenso

Poiché l’ICP riunisce diverse macchine in tutto il mondo, ciascuna macchina (o replica) deve raggiungere un consenso su quali input includere e in quale sequenza. Ciò garantisce che il sistema mantenga uno stato coerente. Ogni software viene eseguito e replicato da molte macchine di nodi in tutto il mondo e la maggioranza dei nodi riuniti insieme definisce il vero stato del software. Ciò significa che i valori anomali, o le macchine che segnalano uno stato compromesso, non faranno alcuna differenza per il consenso.

Ogni sottorete dispone di una chiave di verifica pubblica univoca e permanente per tutta la sua durata di vita. I nodi nella sottorete dovranno concordare (attraverso il raggiungimento di una certa soglia) e collaborare per firmare un messaggio, in modo che la sottorete possa creare una firma per conto dei suoi canister. Sebbene sia necessario un numero sufficiente di nodi per raggiungere questa soglia, non tutti i nodi devono essere d’accordo, lasciando spazio a malfunzionamenti hardware o nodi dannosi.

Noninteractive Distributed Key Generation

Su IC, l’insieme di nodi che eseguono una sottorete si evolverà man mano che i nodi si uniscono o escono dalle rispettive sottoreti. Essendo i nodi in continua evoluzione, il gruppo di firmatari della soglia si evolve nel tempo, ostacolando la capacità dei nodi di registrare e distribuire nuove chiavi pubbliche. Come soluzione, Dfinity ha introdotto la Noninteractive Distributed Key Generation (NI-DKG), che semplifica la gestione delle chiavi facendo sempre riferimento alla stessa sottorete con una chiave pubblica statica.

NI-DKG fornisce sicurezza proattiva. Questo protocollo di ricondivisione delle chiavi è ideale per un ambiente asincrono, consentendo tempi di blocco rapidi e scalabilità illimitata.

Ciascuno dei vecchi firmatari deve solo trasmettere un singolo messaggio ai nuovi firmatari. Per garantire la sicurezza, vengono utilizzati molti concetti, tra cui prove noninteractive zero-knowledge proofs (dimostrazioni a conoscenza zero non interattive) e crittografia con forward secrecy (segretezza di inoltro).

Usi e Tokenomics del Token ICP

In realtà sono due i token nativi coinvolti: ICP è il token di governance nativo utilizzato per gestire la rete e Cycles è una stablecoin utilizzata per alimentare la computazione.

I token ICP possono svolgere tre funzioni principali: due sono inflazionistiche mentre una è deflazionistica.

Agevolare la Governance del Network (Inflazionistico)

I token ICP possono essere bloccati all’interno dell’NNS, il sistema di governance del protocollo algoritmico che gestisce la rete, per essere utilizzati per creare neuron, i quali possono votare le proposte. Un neuron blocca un certo saldo di utility token ICP e consente al suo proprietario di partecipare alla governance della rete, guadagnando così voting rewards. Anche tali premi vengono pagati in ICP. Ogni mese, l’NNS tiene traccia della proporzione di voti a cui partecipa un neuron per pagare una quota proporzionale della ricompensa. Per massimizzare la partecipazione e quindi i premi, gli utenti hanno la possibilità di delegare i voti ad altri neuron fidati.

La conversione dei neuron per ritirare ICP non è istantanea e richiede un periodo di “dissoluzione”. Gli utenti possono impostare la durata del dissolve delay (ritardo di dissolvenza). Maggiore è il dissolve delay, maggiore è il voting power (potere di voto) dei neuron e maggiori sono le ricompense di voto. Ciò è molto simile a ciò che accade in Curve Finance, dove blocchi più lunghi (irreversibili) fino a quattro anni aumentano il voting power per allineare le parti interessate al successo della rete nel lungo termine. I dissolve delay possono essere aumentati ma non diminuiti. Per iniziare il countdown di sblocco, gli utenti possono mettere il neuron in modalità di dissolvenza. Attualmente, per partecipare alle votazioni, il dissolve delay deve essere fissato tra sei mesi e otto anni.

Un altro modo in cui i neuron possono aumentare il voting power e i rewards è quello di “invecchiare”, cosa che viene quantificata in base al tempo trascorso dall’ultima volta che sono stati messi in modalità dissoluzione. I primi 370 investitori in token nel seed round, perciò, hanno un vantaggio. Possono scegliere di alzare il valore di un periodo di dissolvenza più lungo per sfruttare l’elevata età preesistente, oppure possono dissolvere i loro neuron per ottenere i loro token ICP.

Rewarding Participation (Inflazionistico)

La rete minta nuovi token ICP per premiare i player principali. Oltre ai voting rewards per coloro che partecipano alla governance, i “compute rewards” vengono assegnati a coloro che gestiscono le macchine dei nodi che ospitano la rete. L’NNS genera nuovi token ICP per premiare i nodi gestiti dai data center e dai neuron. Questo sistema di premiazione è inflazionistico per la supply.

Produzione di Cycles per il Calcolo (Deflazionistico)

L’ICP può essere convertito in Cycles come combustibile per il calcolo dai canister. Il tasso di conversione ICP-Cycles dipende dai mercati esterni, tanto che bruciare 1 SDR (un asset creato dall’IMF contenente USD, EUR, RMB, JPY e GBP) creerà sempre 1 trilione di cycles. Anche Terra offre una stablecoin basata sulla SDR chiamata TerraSDR, ma il meccanismo di burning di ICP è una nuova funzione stabilizzante. I software canister devono essere caricati con i Cycles, i quali vengono bruciati durante il processo di calcolo o di gestione della memoria. All’aumentare della quantità di calcolo sulla rete, aumenta di conseguenza la richiesta di burning di Cycles e quindi vengono bruciati più ICP.

A differenza di Ethereum, gli utenti non pagano le commissioni. Gli sviluppatori stanno precaricando i canister con Cycles per una certa quantità di unità di calcolo. Questa esperienza utente è simile a come funziona l’Internet tradizionale in cui sarebbero gli sviluppatori a pagare AWS per i servizi cloud. Pertanto, gli utenti non devono possedere token ICP per interagire con i servizi di hosting o anche solo sapere che è in esecuzione su una blockchain.

Bruciare token ICP da convertire in Cycles per alimentare la computazione è deflazionistico. In sostanza, i proprietari di data center e neuron scambiano token ICP con proprietari e gestori di canister. Quei proprietari e gestori di canister convertono ICP in Cycles e quei Cycles alimentano i canister per consentire loro di funzionare.

Per evitare commissioni elevate sul gas, Cycles è una stablecoin che garantisce che il costo di calcolo non oscilli con il valore di ICP. In primo luogo, il meccanismo di conversione di 1T cycles in cambio di 1 SDR di ICP. In secondo luogo, se c’è un surplus di Cycles, gli utenti non hanno bisogno di convertire i loro ICP e possono prima acquistare Cycles svalutati sul mercato da bruciare come carburante per il calcolo. Alla fine, quando tutti i Cycles in eccesso vengono bruciati, il valore tornerà al suo ancoraggio. Solo quando l’equilibrio viene ribilanciato, gli utenti bruceranno nuovamente i loro ICP per Cycles. Dopo le iterazioni di stablecoin algoritmiche e stablecoin collateralizzate, Dfinity offre un nuovo metodo per produrre un valore stabile.

Per mantenere ulteriormente basse le gas fees e scalare all’infinito, viene applicata la CKT. IC può, con sicurezza e resilienza sufficienti, replicare la computazione e i dati (che non sono correlati alla governance) su un minimo di sette macchine di nodi, a condizione che provengano da sette data center indipendenti. Pertanto, anche se lo spazio di memoria del canister su IC potrebbe essere relativamente costoso a $ 5 per GB all’anno, il framework garantisce un’applicazione efficiente di tale memoria. Questo è relativamente economico se lo confrontiamo con altre blockchain. A titolo di confronto, un report di giugno 2017 ha stimato che se un utente tentasse di archiviare e inviare dati a tempo indeterminato su Ethereum, il costo sarebbe di 4,7 milioni di dollari per GB. Detto questo, blockchain come Ethereum non sono specificamente progettate per archiviare grandi quantità di dati, come immagini, video e audio.

L’uso di Cycles si estende al livello di applicazione. Pertanto, gli acquirenti naturali di token ICP includono coloro che vogliono partecipare alla governance della rete e gli sviluppatori che devono convertire ICP in Cycles per pagare il calcolo. Alla fine, i servizi Internet aperti saranno costruiti da codici autonomi gestiti da sistemi aperti di governance tokenizzati, che funzionano in modo simile all’NNS. Inoltre, se lo desidera, ogni canister può creare il proprio token, trattenere qualsiasi importo e inviare token ad altri canister come parte di richieste di

funzionamento (query o aggiornamenti). L’intenzione è che ogni servizio Internet abbia un proprio token di governance, utilizzato per votare e potenzialmente ricevere una distribuzione del valore creato dal sistema autonomo. Ogni sistema di governance avrebbe il proprio exchange finanziario decentralizzato con un token di governance che può essere scambiato con Cycles.

Token ICP Supply

Quando la Dfinity Foundation è stata costituita per la prima volta, il 9,5% dei token è stato distribuito ai primi che hanno contribuito mentre il resto è rimasto. Il 10 maggio, in una fase finale di decentralizzazione, una proposta “Genesis Unlock” attiverà l’NNS per rilasciare i token di utilità ICP.

Ciò significa che migliaia di possessori di token creeranno “neuron votanti” che controllano l’NNS e quindi l’intera rete.

Mentre il programma di sblocco è pubblicamente noto per gli investitori strategici e le vendite private, il numero di token sbloccati dall’Internet Computer Association, i membri del team, i consulenti, i primi contributori e la Fondazione sono sconosciuti.

A causa del meccanismo di governance e di premiazione per la partecipazione, è probabile che la maggior parte dei token venga bloccata. L’importo bloccato dipenderà da due fattori:

Governance e Rewards

L’ecosistema troverà un equilibrio naturale di quante ricompense sono necessarie per raggiungere una quantità ottimale di partecipazione. Supponendo che Dfinity desideri che il 90% della token supply sia bloccato nei neuron, le ricompense dovrebbero essere sufficienti per raggiungere questo obiettivo. Per una quantità fissa di rewards, meno partecipanti significano più rewards per partecipante, il che dovrebbe invitare a una maggiore partecipazione (e quindi bloccare token ICP).

Inizialmente, i rewards dovranno essere molto più alti poiché il rischio e l’incertezza che circonda la rete sono maggiori. Tuttavia, man mano che la rete si stabilizza, i premi possono diminuire nel tempo per riflettere rischi inferiori.

Sulla base delle stime dei rendimenti necessari come percentuale della supply attuale, Dfinity inizierà distribuendo il 10% della supply ogni anno, con l’ammontare che si ridurrà al 5% in otto anni per riflettere il rischio inferiore e quindi i rewards necessari.

Curve Finance ha un meccanismo simile, con un periodo di lock-up massimo di quattro anni. Al momento in cui scrivo, il 49,5% di tutti i CRV in circolazione è vote-locked per una media di 3,7 anni. Se ICP seguisse quel modello di riferimento, possiamo aspettarci che metà dei token in circolazione resterà bloccata per quasi otto anni.

Pagamento Anticipato

L’ICP è necessario per precaricare i canister con Cycles per consentire loro di funzionare per una certa quantità di calcolo. Ciò funziona similmente a Filecoin, in cui i clienti bloccano fondi sufficienti per coprire l’intero costo del contratto di archiviazione.

Sulla base dei mercati IOU di FTX il prezzo del token è di $ 180. Al prezzo ICP-PERP di FTX, il market cap in circolazione è di $ 22 miliardi mentre il market cap completamente diluito è di $ 85 miliardi. Questo è inferiore ai prezzi raggiunti la scorsa settimana su Hoo e MXC in un intervallo tra $ 350 e $ 530 negli ultimi giorni. L’anticipazione del lancio di IC del pubblico ha spinto i prezzi IOU a un picco dei massimi storici fino a 30x quest’anno.

Ciò classificherebbe ICP al sesto posto per market cap completamente diluito. I maggiori exchange stanno prestando attenzione. Il 4 maggio 2021, Coinbase Pro ha annunciato che avrebbe listato ICP al lancio. Anche Huobi e FTX lanceranno ICP.

Proseguendo, ICP ha un programma di supply indefinito perché ci sono pressioni deflazionistiche e inflazionistiche. Le pressioni deflazionistiche dipenderanno dalla computazione fornita alla piattaforma, che dipende dall’attività all’interno dell’ecosistema.

Le pressioni inflazionistiche dipendono dai voting rewards e dalla partecipazione. Inoltre, per partecipare alla rete, i token sono bloccati nei neuron. Pertanto, quei token non sono liquidi e possono essere liberamente trasferiti ad altri.

Governance

Dfinity vuol far sì che Internet Computer funzioni come un governo digitale. Il sistema di governance NNS è responsabile di una varietà di cose, inclusa la gestione del voto, della tokenomics e dei data center. Monitora anche le macchine dei nodi, cercando deviazioni statistiche che potrebbero indicare un comportamento difettoso. Sebbene l’NNS sia un sistema di governance aperto, consente la partecipazione alla rete. Un potenziale node provider può presentare la richiesta di un Data Center ID all’NNS. Dopo l’approvazione, il node provider può procurarsi macchine di nodo specializzate, installare il protocollo ICP e quindi connettersi alla rete IC.

Chiunque nella rete può bloccare ICP per creare un neuron e presentare una proposta all’NNS, il quale opera come un’organizzazione autonoma decentralizzata (DAO): i partecipanti alla rete votano e la decisione finale viene eseguita automaticamente dalla rete stessa. Le proposte possono essere adottate o rifiutate immediatamente o dopo un certo tempo di ritardo, a seconda di come vota la totalità dei neuron. Per evitare che gli utenti inviino messaggi di spam all’NNS tramite le proposte, viene applicata una fee a ogni neuron che presenti una proposta che poi viene respinta. Pertanto, il neuron dell’utente (con token ICP bloccati) verrà penalizzato.

In modo univoco, l’NNS consente ai partecipanti di impostare le proprie preferenze prima di votare su una proposta, quindi l’emissione di un voto non è più un processo manuale. Come accennato in precedenza, i voti vengono quindi espressi dagli utenti tramite “neuron” o possono essere delegati ad altre parti fidate.

Il governo digitale ha anche un meccanismo di meta-governo, in cui l’NNS ha anche l’autorità di modificare il codice nelle sottoreti, controllando tutte le app supportate nell’ecosistema. Da un lato, ciò significa che le sottoreti non sono immuni alla censura e saranno soggette alla supervisione della community. Pertanto, la community decide cosa è desiderabile e cosa non lo è. Questo è simile all’Internet tradizionale in cui l’App Store può scegliere di rimuovere una determinata app o un motore di ricerca può decidere quali siti web sono classificati più rilevanti di altri.

Il concetto di meta-governo è relativamente nuovo. Cosa questo implichi per l’ecosistema di Dfinity è ancora incerto. In futuro, se vi saranno diverse fazioni, è ipotizzabile che la community possa compiacere tutte le parti (per evitare biforcazioni) votando che sono possibili diversi ecosistemi distinti.

Ad esempio, nell’Internet tradizionale, Youtube ha un ecosistema per adulti e per bambini a seconda dell’esperienza utente desiderata.

Come con altri Layer-1, il rischio di biforcare le ricompense diminuisce man mano che il layer diventa più maturo e sicuro attraverso valori bloccati più alti.

Ecosistema delle Applicazioni

IC può essere utilizzato per creare una varietà di nuovi prodotti. Ad esempio, può creare servizi Internet tokenizzati, sistemi DeFi, sistemi aziendali e siti Web. IC sta anche introducendo una “Internet Identity”, tramite cui vengono gestiti i dati degli utenti senza username, password o chiavi crittografiche. L’ID Internet può essere utilizzato per accedere alle app, con la sicurezza crittografica di Chain Key Technology. Ciò significa che gli utenti non vengono tracciati con i cookie sui siti Web e i vari servizi e che la gestione della privacy potrebbe essere più semplice.

Dfinity spera di vedere versioni aperte di Whatsapp, TikTok, Facebook, costruite utilizzando meno di mille righe di codice e in grado di supportare milioni di utenti.

Valutazioni

Qui sotto viene mostrata la Price Sensitivity di ICP alla genesi, la quale può essere aggiornata nel nostro foglio di calcolo qui. Maggiore è la somma bloccata, minore è la circulating supply, più favorevole è l’azione dei prezzi.

Poiché il protocollo e il suo ecosistema sono ancora nuovi, è difficile legittimare una valutazione equa per ICP. I dati sono partiti il 24 marzo 2021 e ci sono circa 120.000 messaggi al giorno, l’equivalente delle transazioni.

Tuttavia, se dovessimo confrontare il valore del protocollo rispetto al valore dell’ecosistema, potremmo iniziare dando uno sguardo a Terra (LUNA) e Polkadot (DOT). Similmente a ICP, Terra possiede progetti non-token come Chia, MemePay, PayWithTerra, BuzLink e Kash.

Polkadot è simile in quanto la rete è attiva ma i progetti nell’ecosistema non sono stati lanciati su di essa e non hanno prezzi fluttuanti perché le aste parachain non sono iniziate.

Se osserviamo l’Ecosystem Value / Layer Value (vedi tabella sotto), il valore dei token ERC-20 è maggiore del valore di Ether. Nella fascia bassa, abbiamo LUNA dove il valore

dell’ecosistema è il 14% della capitalizzazione di mercato circolante di LUNA. Se assumiamo che l’Ecosystem Value di ICP rispetto al Layer Value sia del 14% (in linea con LUNA), allora ci aspetteremmo che la valutazione di ICP stima che l’ecosistema varrebbe $ 3 miliardi. A titolo di confronto, l’importo noto della raccolta fondi tra le app dell’ecosistema è di circa $ 10 milioni, il che implica che ICP ha un prezzo superiore ai colleghi.

Dfinity potrebbe forse sostenere che, poiché il mercato di riferimento è più ampio, ciò giustificherebbe una valutazione più elevata. ICP sta cercando di sostituire l’IT tradizionale come Google, Oracle e AWS. L’opportunità nel solo mercato del Cloud potrebbe essere di $ 1 trilione:

I contenuti di questo report sono stati creati dai collaboratori di Messari, Inc. Questo report riflette le opinioni dei suoi autori e non rappresenta l’opinione di Messari, Inc. Questo report è inteso a solo scopo informativo. Questo documento non rappresenta un consiglio d’investimento o un documento di offerta. Dovresti condurre le tue proprie ricerche, e consultare un consulente finanziario, fiscale o legale indipendente, prima di prendere una qualsiasi decisione di investimento. Per ulteriori informazioni, consultare le nostre condizioni d’uso.